Paprica dolce e piccante

€ 0,00
Barattolo da 50g
Barattolo da 100g

Origine
La Paprica è una preparazione nata in Ungheria. Letteralmente, il suo nome significa “peperone” in ungherese (paprika) e indica, quindi, l’ortaggio da cui si ottiene e non la spezia finale. Una leggenda narra che la nascita della paprica si deve a una contadina ungherese, prigioniera di un pasha turco in un palazzo nei cui giardini si coltivavano peperoni. Quando la ragazza riuscì a scappare e tornò a casa, insegnò agli abitanti del suo villaggio il metodo per la coltivazione del peperone. Dal punto di vista storico, questo ortaggio fu introdotto in Europa dagli Ungheresi che lo importarono dai Turchi durante le diverse dominazioni e scontri per i territori. Questi ultimi, a loro volta, lo avevano conosciuto in India.

Caratteristiche
La Paprica si ottiene ponendo a seccare il peperone pulito e liberato dai semi e dai filamenti bianchi presenti al suo interno. Viene, quindi, macinato e conservato al fine di preservarne l’aroma intenso e pungente. È disponibile in due versioni: dolce e piccante, a seconda della quantità di capsaicina presente, ovvero della sostanza contenuta nei peperoni e nei peperoncini che apporta il tipico sapore piccante. In Ungheria, il paese di nascita della paprica, l’8 settembre è un giorno di riti ed esultanza: si festeggia, infatti, il raccolto dei peperoni con costumi tradizionali e ghirlande di peperoni realizzate con ago e filo che saranno poi collocate come buon auspicio sui muri delle case.

In cucina
La Paprica è ideale per insaporire le carni, in particolare è un ingrediente fondamentale per il tradizionale gulash ungherese e per la riuscita di un ottimo barbecue. Nei paesi balcanici, viene utilizzata per preparare i cevapcici.