Noce moscata

€ 0,00
Barattolo da 50g
Barattolo da 100g

La pianta
La Noce moscata è la mandorla dei frutti prodotti dalla Myristica fragrans, un albero sempreverde originario delle isole Molucche in Indonesia. Questa pianta produce dei frutti globosi, simili alle albicocche, che si aprono in due liberando un nocciolo interno molto duro e contornato da un rivestimento filamentoso (il macis). Eliminato questo rivestimento, la noce deve riposare per alcune settimane fino al momento in cui, scuotendola, si muove la mandorla interna.

Caratteristiche
La Noce moscata ha una consistenza particolare, è dura, ma al tempo stesso friabile. Viene aggiunta agli alimenti grattugiata al momento e libera un aroma particolare e intenso, morbido e avvolgente, deciso e pungente.
Rispetto ad altre spezie, ha una storia relativamente giovane: era sconosciuta agli antichi fino al Medioevo, quando è stata importata in occidente dagli Arabi.
Il suo utilizzo, però, non fu esclusivamente culinario, ma anche come potente medicinale: le si attribuiva la capacità di curare ben 138 malattie, in particolare problemi ai bronchi e all’apparato digestivo, ma al tempo stesso il suo abuso era considerato fatale. Somministrata in alte dosi, di molto superiori al comune utilizzo che se ne fa in cucina, può provocare allucinazioni - per questo fu soprannominata “la droga dei poveri”.

In cucina
Per preservare tutto il suo intenso aroma, la Noce moscata deve essere aggiunta alle pietanze grattugiata al momento. Profuma piacevolmente dolci, budini e creme, ma anche ricette salate come purè, salse e verdure cotte.
Si utilizza anche per preparare i soufflé, piatti a base di uova e formaggi o nel ripieno di tortellini, ravioli e pasta. È un ingrediente fondamentale per la preparazione della salsa béchamel.