Coriandolo

€ 0,00
Barattolo da 50g
Barattolo da 100g

La pianta
Il coriandolo è originario del bacino del Mediterraneo, ma viene coltivato in tutto il Medioriente, in Asia, in Africa settentrionale e in America. Si tratta di una pianta annuale alta 50/60 cm dal fogliame leggero e piccole ombrelle di fiori che terminano, in epoca di maturazione, in piccoli frutti rotondi - i semi - simili a un grano di pepe.
Questi si raccolgono recidendo l’intera ombrella e si pongono a essiccare in luoghi freschi e ombreggiati.

Caratteristiche
Il coriandolo appartiene alla stessa famiglia del cumino, dell’aneto, del finocchio e del prezzemolo.
È conosciuto, infatti, anche come “prezzemolo cinese” o “prezzemolo arabo”.
I semi hanno un aroma intenso: sono meno piccanti delle foglie e hanno un lieve sapore fruttato, di limone e arancio, che conferisce una piacevole profumazione. I semi di coriandolo sono riconosciuti anche per le proprietà curative già note a Egizi e Romani: l’olio estratto dai semi, infatti, è uno stimolante e un tonico dell’organismo, è antisettico e antibatterico, favorisce la digestione e cura le ulcerazioni della pelle.

In cucina
I semi di coriandolo si utilizzano macinandoli al momento altrimenti la polvere che se ne ricava perderebbe subito il tipico aroma fruttato.
Sono una spezia molto versatile che può essere utilizzata facilmente in molte tipologie di pietanze: si adatta perfettamente con piatti di verdura e di carne e si sposa molto bene con il gusto dell’aglio e del peperoncino. I semi sono uno degli ingredienti fondamentali del curry e del garam masala, le tipiche miscele di spezie caratteristiche della cultura indiana.